Archivio degli autori Segreteria INRC

DiSegreteria INRC

FIRST INTERNATIONAL UNIVERSITY SCHOOL ON PHYSICAL ACTIVITY AND EXERCISE

PhD School: Life and Health Sciences
Graduate School in Sport
and Exercise Medicine
Verona 9-11 December 2021

DiSegreteria INRC

APPROCCIO ALLE DISLIPIDEMIE: LO STATO DELL’ARTE

APPROCCIO ALLE DISLIPIDEMIE: STATO DELL’ARTE
ROMA – 06 / 11 / 2021

Globus Hotel – Viale Ippocrate, 119.
IN PRESENZA – Ore 9.00 – 13.00
GRATUITO – Crediti ECM: 4

OBBIETTIVI

Terapia farmacologica delle ipercolesterolemie
La terapia farmacologica dell’ipercolesterolemia va generalmente preceduta da interventi non farmacologici sullo stile di vita nei pazienti a rischio cardiovascolare basso o intermedio e comunque deve essere associata a questi interventi in tutti i pazienti. 

Continua a leggere…

DiSegreteria INRC

LO SCOMPENSO CARDIACO A FE PRESERVATA:

LO SCOMPENSO CARDIACO A FE PRESERVATA: MULTIPLI FENOTIPI PER UN UNICO SUBSTRATO

SEMINARIO ONLINE ECM
27 SETTEMBRE DALLE ORE 9:00 ALLE ORE 11:00

OBIETTIVI

L’insufficienza cardiaca è una delle patologie più diffuse al mondo e una delle problematiche cliniche di più difficile risoluzione, la cui incidenza è destinata ad aumentare notevolmente nella prossima decade, al punto da poter essere considerata come la pandemia non trasmissibile del nuovo millennio.

Continua a leggere

DiSegreteria INRC

LO SCOMPENSO CARDIACO: STATO DELL’ARTE E PROSPETTIVE FUTURE

LO SCOMPENSO CARDIACO: STATO DELL’ARTE E PROSPETTIVE FUTURE

scompenso cardiaco

WEBINAR ECM GRATUITO

3 Crediti ECM
Disponibile in ASINCRONA
dal 16 luglio 2021

Accreditamento ECM per:
Medico chirurgo con  discipline: cardiologia, medicina interna

Con il contributo
incondidionato di :

logo novartis

Direzione Scientifica:

logo inrc

OBIETTIVI PRINCIPALI

L’insufficienza cardiaca è una delle patologie più diffuse al mondo e una delle problematiche cliniche di più difficile risoluzione, la cui incidenza è destinata ad aumentare notevolmente nella prossima decade, al punto da poter essere considerata come la pandemia non trasmissibile del nuovo millennio. L’insufficienza cardiaca rappresenta una sindrome eterogenea con diverse modalità di presentazione clinica che esprimono il meccanismo fisiopatologico sottostante che conduce alla riduzione della performance cardiaca. Attualmente le linee guida internazionali prevedono l’utilizzo di terapie, farmacologiche e non, mirate prevalentemente al controllo dei sintomi, valutabili con la aspecifica e limitata classe funzionale NYHA. Recentemente, dalla letteratura scientifica e successivamente dal real world sono emersi diversi farmaci in grado di migliorare la prognosi dei pazienti con insufficienza cardiaca: in primis l’associazione ARNI e, successivamente, gli inibitori di SGLT2. Il webinar dal titolo “Lo scompenso cardiaco: stato dell’arte e prospettive future” ha l’obiettivo di fornire un aggiornamento sullo stato dell’arte della sindrome dell’insufficienza cardiaca, spaziando da tematiche inerenti la fisiopatologia, la diagnosi e la terapia, con particolare attenzione ai nuovi farmaci e alla corretta tempistica del loro utilizzo.

PROGRAMMA

  • L’insufficienza cardiaca, il cancro per il cuore –. Francesco Fedele
  • Asse cuore – polmoni: dalla fisiopatologia alla clinica – Carmine Dario Vizza
  • Ruolo dell’ecocardiografia nello scompenso –Giuliana Bardelli
  • Nuove strategie terapeutiche per HFrEF: ruolo di ARNI – Pasquale Perrone Filardi
  • ARNI nel paziente con scompenso cardiaco e insufficienza renale – Roberto Pedrinelli
  • Studio PENTA: disegno dello studio – Paolo Severino

Provider e piattaforma:

DiSegreteria INRC

INRC e la Società Sportiva Lazio per un San Valentino con il cuore al centro

Un San Valentino in cui il cuore batta forte. Un San Valentino in cui il cuore sia messo al centro. L’Istituto Nazionale Ricerche Cardiovascolari (INRC) e la Società Sportiva Lazio inaugurano domenica 14 febbraio, Festa degli innamorati, una partnership finalizzata a promuovere la salute dei giovani e degli atleti. La morte cardiaca improvvisa, infatti, colpisce in Italia ogni anno più di 1000 giovani apparentemente sani, di età inferiore ai 35 anni. Tutto questo si può prevenire con un costante impegno nei diversi ambiti in cui la vita dei giovani si sviluppa.

Già il progetto “A Scuola con il Cuore” (e prima ancora il programma di screening per la prevenzione della morte cardiaca improvvisa) ha visto impegnato l’INRC, presieduto dal prof. Francesco Fedele, professore ordinario in cardiologia presso la Sapienza Università di Roma, nel condurre gratuitamente esami su decine di migliaia di ragazze e ragazzi delle scuole superiori con visita cardiologica, elettrocardiogramma, ecocardiogramma e risonanza magnetica cardiaca.

Tale programma è stato nel frattempo ulteriormente arricchito con tecniche diagnostiche all’avanguardia, con lo scopo, in una singola valutazione, di identificare la possibile presenza di tutte quelle anomalie che possono essere causa di morte improvvisa nei giovani.

Dal canto suo la Società Sportiva Lazio promuove costantemente la salute dei propri atleti, tecnici e dirigenti dalle categorie juniores fino ai master, sia femminile che maschile, ed ha realizzato negli anni importanti partnership con organismi di prim’ordine nel settore sanitario, in primis la Croce Rossa Italiana. Anche i sostenitori sono stati coinvolti in una campagna volta a promuovere l’utilizzo della mascherina per prevenire la pandemia.

La partnership vedrà quindi le due realtà a fianco domenica 14 febbraio per sensibilizzare alla prevenzione della morte cardiaca improvvisa fra i giovani.

La S.S. Lazio per l’occasione metterà all’ asta le maglie indossate durante la gara di San Siro Inter – Lazio, di domenica sera, dei seguenti Calciatori:

Ciro Immobile
Luis Alberto
Sergej Milinkovic
Francesco Acerbi
Joaquin Correa

Saranno messe all’asta  da lunedì 15 Febbraio 2021  sul link

https://www.ebay.it/usr/laziomuseum_onlus

Per chi volesse sostenere direttamente l’Istituto Nazionale per le Ricerche Cardiovascolari potrà farlo con un versamento intestato a INCR  utilizzando le seguenti coordinate :

IBAN : IT69M0306902477100000046013
Intesa Sanpoalo S.p.A.
Indirizzo : Via Rizzoli, 5 Bologna

“Il 14 febbraio è San Valentino, giornata degli innamorati. La parola cuore è diffusa ovunque e alle volte anche abusata. Ringrazio la Lazio e il suo Presidente perché il connubio sport-cuore non è stato mai così appropriato come in questa occasione. Come Istituto Nazionale Ricerche Cardiovascolari (INRC) pensiamo al cuore dei nostri giovani e ci impegniamo per contrastare la morte cardiaca improvvisa. Con le campagne di screening cardiovascolare, rivolto non solo agli atleti, possiamo vincere la battaglia contro gli eventi tragici che sono evitabili. A San Valentino anche questo è un gesto d’amore.” ha dichiarato il prof. Francesco Fedele, presidente dell’Istituto Nazionale Ricerche Cardiovascolari.

“Il cuore è il luogo dei sentimenti, delle passioni e della memoria. Non a caso la parola “ricordare” deriva dal latino re-cordari (da cor, cordis), e cioè riportare al cuore. Sentimenti, passioni, memoria sono elementi fondamentali per il nostro sodalizio che intende dedicare primaria attenzione ai giovani, nel mondo della scuola e nel mondo dello sport. La partnership di San Valentino con l’Istituto Nazionale Ricerche Cardiovascolari rappresenta quindi  il suggello di un impegno, non solo sportivo,  in cui crediamo e al quale intendiamo dedicare le nostre energie “ha dichiarato il Presidente della S.S. Lazio S.p.A. Claudio Lotito

DiSegreteria INRC

Master Universitario di 2° livello – Promozione della Salute

MASTER UNIVERSITARIO II LIVELLO
PROMOZIONE DELLA SALUTE E DEL BENESSERE WELLNESS AND WEEL-BEING

Dipartimento Chirurgico, Medico, Odontoiatrico e di Scienze Morfologiche con Interesse Trapiantologico, Oncologico e di Medicina Rigenerativa

Si rivolge a laureati in Medicina e Chirurgia e laureati magistrali in Scienze e tecniche delle attivita motorie preventive e adattate. Per aggiornarsi sulle nuove patologie cardiovascolari nell’ambito dello sport e sulle nuove tecnologie per il monitoraggio cardiovascolare e respiratorio nell’attivita fisica per fornire nuovi strumenti di prevenzione.

Per aggiornarsi nelle nuove sostanze con azione potenzialmente tossica per la salute, con particolare attenzione al mondo dello sport.

Didattica impartita da Docenti Universitari e Professionisti del Settore.

Durata annuale da novembre a giugno: lezioni al venerdi e al sabato.

Tirocini presso realty del settore dello sport e dell’attivita fisica.

Per informazioni e ricevere dettagli sul programma:

masterpromozionesalute@unimore.it

Costo di iscrizione 3.500 (uditori 1.000 E).

Chiusura iscrizioni a Ottobre

Qui di seguito riportiamo esaustiva brochure relativa al master: Brochure Master Universitario

DiSegreteria INRC

Le Notti Bianche di Fedor Dostoevskij

Anche quest’anno, in occasione della ‘Giornata della Cardiologia’, sono lieto di invitarvi ad uno spettacolo teatrale il cui ricavato sarà devoluto in beneficienza per la prevenzione della morte cardiaca improvvisa nei giovani. 

Lo spettacolo  è  “Le Notti Bianche di Fedor Dostoevskij’, interpretato da Giorgio Marchesi e Camilla Diana, con la regia di Francesco Giuffrè. 

L’appuntamento è al Teatro Ghione, sito in via delle Fornaci 37,  il 14 febbraio 2019 alle ore 21:00. 

Il costo del biglietto è di 25 euro. Per prenotare e acquistare i biglietti rivolgersi al teatro Ghione  al numero 06 637 2294  o alla Dott.ssa Pucci (3494755274).

Vi aspetto per una bella serata insieme.

Un abbraccio,

Prof Francesco Fedele

DiSegreteria INRC

SCREENING CARDIOVASCOLARE NEI CENTRI ANZIANI DI ROMA

Nel periodo compreso tra il 17 e il 28 dicembre 2018, l’Istituto Nazionale per le Ricerche Cardiovascolari (INRC), in accordo con Farmacap (Azienda Speciale Farmasociosanitaria Capitolina) e il Dipartimento delle Politiche Sociali di Roma Capitale, ha effettuato, uno screening cardiovascolare rivolto alla popolazione dei centri sociali anziani presenti in tutti i municipi capitolini.

La finalità dell’iniziativa è stata quella di fornire ai cittadini una valutazione cardiologica globale volta non solo ad identificare la presenza di fattori di rischio cardiovascolari, ma soprattutto a porre diagnosi di aritmie cardiache frequenti nella popolazione più anziana che, purtroppo, nei soggetti asintomatici possono rimanere sconosciute e, quindi, non trattate, generando delle complicanze.

Il progetto ha permesso di sensibilizzare i cittadini sull’importanza della prevenzione cardiovascolare, considerato che le malattie cardiovascolari costituiscono tuttora la prima causa di morte nel mondo. Lo screening ha contribuito ad effettuare prevenzione su tutti i livelli: prevenzione primaria, identificando i fattori di rischio che contribuiscono allo sviluppo delle patologie cardiache; prevenzione secondaria, diagnosticando patologie non note, in modo da poter intervenire quanto prima riducendo le complicanze correlate; prevenzione terziaria, attraverso la valutazione clinica dello status di malattie croniche già note.

Nello specifico, il progetto ha coinvolto 513 persone di età superiore ai 60 anni. Ogni paziente è stato sottoposto ad una valutazione cardiologica completa, comprendente l’anamnesi, l’esame obiettivo, la misurazione della pressione arteriosa e della saturazione di ossigeno. Inoltre, al fine di identificare la presenza di aritmie, come la fibrillazione atriale, sono stati utilizzati dei presidi di ultima generazione che generano un ECG ad una derivazione che indica automaticamente la presenza di aritmie attraverso un segnale luminoso.

I dispositivi sono molto semplici da utilizzare, basta impugnare i manici e inizia la registrazione dell’ECG. Dopo solo un minuto verrà visualizzato il risultato: il led rosso indica che è stata rilevata FA, il led verde indica FA non rilevata, con una sensibilità clinicamente provata del 100% e una specificità del 95,7%.

  • La popolazione esaminata comprende per il 41% uomini e per il 59% donne, con un’età media di 74 anni
  • il 60% ha riferito ipertensione arteriosa, di cui il 100% in terapia farmacologica; 
  • il 13% ha riferito diabete mellito di II tipo; 
  • il 42% ha riferito dislipidemia;
  • tra di essi il 70% in terapia farmacologica con statine; 
  • il 46% ha riferito abitudine tabagica; 
  • il 28% ha riferito familiarità per malattie cardiovascolari; 
  • il 10% ha riferito pregressi eventi cardio-cerebrovascolari; 
  • il 3% ha riferito fibrillazione atriale in terapia anticoagulante e antiaritmica.Sulla base degli esami strumentali da noi effettuati è stato rilevato che: 
  • il 22% ha presentato valori pressori non controllati. 
  • il 100% ha presentato una saturazione d’ossigeno soddisfacente; 
  • il 5% ha presentato aritmie al test eseguito con il manubrio-ECG; l’elettrocardiogramma a 12 derivazioni eseguito a questi pazienti ha evidenziato un caso di fibrillazione atriale non nota in anamnesi. A tale paziente è stato consigliato di effettuare una visita cardiologica in breve tempo al fine di ottimizzare la terapia medica. Gli altri hanno mostrato fibrillazione atriale già nota in anamnesi a frequenza ventricolare media controllata ed extrasistolia.

Il successo di questa iniziativa testimonia l’importanza di promuovere un’interazione fruttuosa tra il mondo medico e i cittadini, favorendo la cultura della prevenzione cardiovascolare.

Infatti, grazie a questo screening, sono state diagnosticate aritmie ad alcuni pazienti che non sapevano di esserne affetti. Altri soggetti, invece, già sottoposti cronicamente a terapia cardiologica, hanno mostrato dei valori di pressione arteriosa non adeguatamente controllata. Si auspica una prosecuzione del progetto, al fine di estendere il programma di screening ad un maggior numero di partecipanti.

Prof Francesco Fedele
Presidente INRC